9. ESTETICA:

Grazie ai moderni software di imaging il progetto elaborato con lo smile design può essere applicato direttamente alla foto iniziale del paziente per vedere in anteprima l’aspetto del sorriso alla fine del trattamento. La simulazione virtuale dell’imaging - che fa vedere uno accanto all’altro il sorriso iniziale e il sorriso finale - permette all’operatore di valutare se il disegno del sorriso è efficace o se sono necessarie delle modifiche e al paziente di decidere , prima di intraprendere procedure non reversibili, se il risultato estetico coincide con le sue aspettative.

Le faccette dentali  sono speciali protesi applicate direttamente sul singolo dente per migliorarne l'aspetto estetico. Si tratta di sottilissime lamelle in  ceramica che vengono cementate in modo permanente sul dente, per correggere piccole imperfezioni quali scheggiature, denti lievemente storti, diastemi e denti gialli o deturpati da macchie non trattabili mediante detartrasi o sbiancamento professionale.

Lo sbiancamento dentale si esegue direttamente nello studio dentistico e viene per questo definita sbiancamento dei denti professionale. Questa procedura sfrutta l'azione di agenti sbiancanti chimici ad alta concentrazione, potenziati da specifiche lampade laser che ne favoriscono l'azione in profondità. Il mezzo sbiancante più diffuso è costituito da un gel a base di perossido di idrogeno al 35-38% c.a., che una volta esposto a particolari fonti luminose si attiva liberando ossigeno. Una volta liberato, questo gas penetra nella struttura del dente, innescando reazioni di ossido-riduzione che scompongono le molecole delle macchie in composti più piccoli, incolori e facilmente eliminabili.